Diplomatici

John Beecroft | Esploratore e diplomatico britannico

John Beecroft , (nato nel 1790, vicino a Whitby , nello Yorkshire , in Inghilterra - morì il 10 giugno 1854 a Clarence, sulla costa occidentale dell'Africa), avventuriero, commerciante, esploratore e console britannico (1849-54) per le Bights of Benin e Biafra (l'area costiera dall'attuale Benin al Camerun), precursore dell'espansione imperiale britannica in Africa occidentale , sia nel suo personale entusiasmo che nel suo intervento sistematico nella politica africana locale.

La carriera di Beecroft in Africa iniziò come funzionario a Fernando Po nel 1829, quando quell'isola era una base temporanea anti-schiavitù britannica. Rimase lì dopo che la Gran Bretagna abbandonò l'isola nel 1834 e, nel 1843, quando la Spagna riaffermò i suoi diritti formali a Fernando Po, lo nominò governatore ufficiale dell'isola. Ha anche agito come console britannico non ufficiale a metà degli anni 1840, aiutando lo squadrone britannico anti-schiavitù a fare trattati e risolvere controversie. A quel tempo era diventato conosciuto e rispettato da quasi tutti i capi costieri.

Come console per la Baia del Benin (1849-54), Beecroft doveva principalmente salvaguardare gli interessi dei mercanti britannici. Nel suo tempo in carica fu coinvolto in rapporti con diverse importanti società africane, comprese quelle di Dahomey, Lagos (dove la questione dell'abolizione della tratta degli schiavi risultò in un protettorato britannico de facto), e la città costiera nigeriana di Bonny— una vicenda complessa che ha portato all'esilio del re. Queste e altre azioni di Beecroft hanno eroso sistematicamente la vecchia politica africana britannica del laissez-faire.