Legge, crimine e punizione

Ex Parte Merryman | Caso legale degli Stati Uniti [1861]

Ex Parte Merryman , (1861), nella storia legale degli Stati Uniti, caso della guerra civile americana che contesta il potere del presidente di sospendere l' atto dihabeas corpus durante un'emergenza nazionale.

Il 25 maggio 1861, un secessionista di nome John Merryman fu imprigionato per ordine militare a Fort McHenry, Baltimora, Md., Per le sue presunte attività pro-confederate. Corte Suprema Capo giustizia Roger B.Taney , in qualità di giudice della corte di circuito federale , ha emesso un atto di habeas corpus sulla base del fatto che Merryman era stato detenuto illegalmente. GeneraleGeorge Cadwalader, al comando di Fort McHenry, ha rifiutato di obbedire all'atto, tuttavia, sulla base del fatto che il presidente Abraham Lincoln aveva sospeso l'habeas corpus.

Taney ha citato Cadwalader per oltraggio alla corte e poi ha scritto un'opinione sull'articolo I, sezione 9, della Costituzione, che consente la sospensione dell'habeas corpus "quando in casi di ribellione o invasione la sicurezza pubblica lo richiede". Taney ha sostenuto che solo il Congresso, non il presidente, aveva il potere di sospensione.

Il presidente Lincoln giustificò la sua azione in un messaggio al Congresso nel luglio 1861. Ancora più importante, ignorò l'opinione di Taney e aderì alla sospensione dell'habeas corpus durante la guerra civile. Merryman, tuttavia, è stato successivamente rilasciato. La questione costituzionale di chi ha il diritto di sospendere l'habeas corpus, il Congresso o il presidente, non è mai stata ufficialmente risolta.

Ottieni l'accesso esclusivo ai contenuti della nostra prima edizione 1768 con il tuo abbonamento. Iscriviti oggi